#winesiena2017 

Considerando che dire nella magnifica location fa venire l’orticaria trovatemi voi un aggettivo per descrivere i bellissimi palazzi senesi che hanno ospitato i vini e i loro produttori nei due giorni di #winesiena2017.

Si comincia da palazzo del Rettorato dove si fa una rapida visita ai produttori food che anche se è presto di mattina ci invogliano con le loro prelibatezze.

Ne cito due su tutti

#lamacelleria con la ribollita in vaso e il pecorino della #rominamarovelli.
Mi sposto da qui all’hotel Continental che parla da se è qui la mia attenzione è carpita dall’etichetta di #caciara. Descritto dalla ambassador di #enioottaviani, ha la scheda tecnica che parla.

Mi sposto a Palazzo Salinbeni sede del Monte dei Paschi.

Bellissima scala a chiocciola dove i produttori toscani la fanno da padroni.

Marzia ferraris in Arizzi mi racconta del suo #fff che in ricerca significa bianco e con grande passione mi racconta la sua avventura giovane nel vino, in cui lei vede più di un modo di vivere.

Ascoltarla è un vero piacere, tanto più che è sommelier come me🥂

Scopro che il #teroldego è vitigno autoctono toscano, in questo #gigió si esprime al meglio nel matrimonio col #Sangiovese.

#poggiolanoce


Leonardo di racconta il #carpineto grandi vini di #toscana e #dogajolo il #supertuscan blend di Sangiovese e Cabernet ricco al naso e morbido in bocca.


Concludo il mio giro mattutino nella #cecchiwinery lounge dove la mia sete è placata da un #collardpicard che bene si abbina al salame toscano, si perché lo #champagne è concesso in tutte le diete!

I commenti sono chiusi